Il Giardino dei Tarocchi: un Parc Guell nel cuore della Maremma

Il giardino dei tarocchi
Image by © Norman Parkinson/Corbis

“Il mio giardino è un posto metafisico e di meditazione, un luogo lontano dalla folla e dall’incalzare del tempo, dove è possibile assaporare le sue tante bellezze e i significati esoterici delle sculture. Un posto che faccia gioire gli occhi ed il cuore”. Con queste parole l’artista francese Niki de Saint Phalle ci presenta la sua creazione immersa nel cuore della Maremma a Garavecchio: il giardino dei tarocchi. Un parco artistico-esoterico popolato da sculture ciclopiche coloratissime che rappresentano i 22 arcani maggiori dei Tarocchi. Un universo multicolor e fantastico dove tutto parla dell’artista. Tutto nasce nel 1979, quando Marella Caracciolo (la vedova Agnelli) le regala un terreno di famiglia per permetterle di realizzare un microcosmo simile a Parc Guell di Gaudì. Un luogo in cui bellezza e magia convivono fuori da ogni regola. 17 anni e 10 miliardi delle vecchie lire per compiere un sogno, il suo giardino della gioia.

Il giardino dei tarocchiIl giardino dei tarocchi

Il Giardino dei Tarocchi è un “cammino della vita”.

Questo luogo non è soltanto un “giardino”: come ha detto la stessa Niki, il parco vuole essere anche un “cammino della vita”, un percorso iniziatico nel corso del quale ogni statua è lì a rappresentare un momento, un ricordo, una sensazione, una passione, un desiderio. Di conseguenza, addentrandoci nel suo giardino e passeggiando tra i giganteschi tarocchi si viene letteralmente trasportati in un mondo surreale, nel suo.

Giardino dei tarocchiIl giardino dei tarocchi

Per volontà dell’artista, non esiste un percorso prestabilito, ogni visitatore deve essere libero di perdersi in questo labirinto caleidoscopico. Tutte le sculture sono costruite in acciaio e cemento armato e poi ricoperte da un mosaico di vetri, specchi e ceramiche dai colori brillanti. Tra tutte spicca l’Imperatrice-sfinge, un’immensa scultura alta 15 metri che nasconde la casa dove l’artista ha vissuto durante la creazione del giardino. All’interno una stanza da letto, un soggiorno e una cucina, tutto completamente rivestito da migliaia di frammenti di specchi veneziani.

Il giardino dei tarocchi

Quando visitare il Giardino dei Tarocchi?

Il parco è visitabile dall’1 Aprile al 15 Ottobre ed è a aperto dal lunedì alla domenica dalle 14:30 alle 19:30. Nei mesi di: Gennaio, Febbraio, Marzo, Novembre, Dicembre, il primo sabato di ciascun mese dalle ore 9,00 alle ore 13,00, per volontà di Niki l’ingresso è gratuito.

Written By
More from Francesca

Milos e Serifos: due isole greche fuori rotta, insolite e segrete

Chi mi conosce sa quanto io sia perdutamente innamorata della Grecia, del...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.