DORMIRE NEL DESERTO IN MAROCCO TRA LE DUNE DI MERZOUGA

Dormire nel deserto sotto il cielo stellato del Sahara è sempre stato in cima alla mia Bucket List. Così quando a Dicembre ho prenotato un volo per Marrakech con l’intenzione di scavallare l’Atlante e visitare le antiche kasbah e i villaggi berberi mi sono detta che non potevo mancare ad un appuntamento con il deserto. Anche se solo per un giorno. Un assaggio del deserto è un viaggio nella terra di nessuno, nelle terre dei nomadi, i veri viaggiatori. Il deserto del Sahara regala meravigliosi giochi di luce. Al tramonto e all’alba quando l’oceano di sabbia si incendia e risplende di colori caldi e intensi. Uno spettacolo emozionante, un gioco di luci e ombre che rendono il tutto surreale e incredibile.

Dove dormire nel deserto?

Per la mia prima notte nel deserto ho scelto le dune più alte del Sahara, le dune di Erg Chebbi. Il magnifico e maestoso Erg Chebbi é uno dei deserti più affascinanti al mondo. Conosciuto e famoso per le sue altissime dune rosse che arrivano a superare anche i 160 metri di altezza. Le dune sono raggiungibili facilmente da Merzouga, un piccolo villaggio berbero sospeso nel nulla, ai confini del mondo. Un’oasi conosciuta come “La porta del Sahara”, dove la strada finisce per fare spazio alle immense dune di sabbia.

dormire nel deserto

A Merzouga troverete meravigliose kasbah, oggi convertite in hotel, che gestiscono anche i bivacchi nomadi allestiti tra le dune. Vi basterà contattarne una per organizzare l’escursione/pernottamento nel deserto. Io ho scelto il Bivouac Mohayut gestito dall’incantevole Hotel Kasbah Mohayut che si presenta come un castello di sabbia. Elegantemente arredato in stile berbero, poggiato proprio ai piedi delle dune. Dopo aver lasciato i bagagli in hotel e preparato lo zaino con il necessario per la notte, abbiamo iniziato la traversata dell’immenso oceano di sabbia sul dorso di un dromedario guidati da un cammelliere berbero. Dopo soli 15 minuti di cammino non riuscivo a scorgere più nulla all’orizzonte che non fosse sabbia e cielo. Avvolta nel nulla cosmico in un paesaggio irreale di rara bellezza. Avventurarsi da soli in questi luoghi remoti è impensabile, o almeno questa è la sensazione che ho avuto. Penso che solo chi ha vissuto davvero nel deserto possa orientarsi con facilità tra le creste delle dune.

dormire nel deserto

dormire nel deserto

dormire nel deserto

dormire nel deserto

Il tragitto per arrivare al nostro accampamento in sella al dromedario è di circa 2 ore. Nonostante la sella scomodissima è abbastanza piacevole. Avvolti nel silenzio e scaldati dal sole. Un miraggio per me in pieno Gennaio. Arriviamo al nostro accampamento proprio nell’istante in cui il sole infuoca tutta la sabbia e quello a cui assisto è uno degli spettacoli più struggenti e belli della mia vita. Sorseggiando un buonissimo tè alla menta. Improvvisamente mi sento Debra Winger, ma senza John Malkovich moribondo, e mi sembra quasi di sentire The Sheltering Sky di Ryuchi Sakamoto.

dormire nel deserto

dormire nel deserto

Mentre vivo questo breve delirio mistico alla Bertolucci, i berberi preparano una cena buonissima. Cous cous e tajine di carne, dentro una tenda che fortunatamente è scaldata da una piccola stufetta. Tramontato il sole ci si ritrova nel buio più pesto e la temperatura si abbassa drasticamente. A Gennaio poi la notte è veramente fredda e le temperature scendono anche sotto lo zero. Maledetta escursione termica! Il freddo “glaciale” però è compensato da un cielo immenso tappezzato di stelle. Uno spettacolo indescrivibile che viviamo attorno ad un fuoco insieme ai berberi e al rullo dei tamburi. Mi allontano un po’ dal fuoco dopo aver letteralmente sciolto le suole delle scarpe che avevo maldestramente piazzato proprio sulle braci. Mi addentro in una passeggiata tra le dune per godere del cielo stellato completamente al buio. Superata la prima duna non si sente più alcun suono, solo il rumore dei miei passi sulla sabbia. Inutile dire che mi sono persa ma il 3% di batteria del mio iphone mi ha permesso di usare la torcia e ritrovare il sentiero. L’ipotermia gioca brutti scherzi.

dormire nel deserto

dormire nel deserto

Dopo una nottata tragicomica tumulata dentro un sacco a pelo chiuso fino agli occhi e, dopo aver sofferto un freddo che non dimenticherò per tutta la vita, veniamo svegliati all’alba per vedere nascere il sole tra le dune. E con un tè alla menta termina la mia brevissima avventura nel deserto. E via di nuovo in sella al dromedario. Verso l’hotel dove mi aspetta una lunga doccia bollente e una ricca colazione prima di affrontare un lunghissimo viaggio di 500 km verso Marrakech. Nonostante il freddo tornerei a dormire nel deserto altre 100/1000 volte!

dormire nel deserto

dormire nel deserto

dormire nel deserto

dormire nel deserto

Consigli per sopravvivere una notte nel deserto a Gennaio

Se decidete di dormire nel deserto nei mesi che vanno da Novembre a Marzo portate con voi un sacco a pelo e vestitevi con indumenti caldi. Anche se di giorno fa caldo vi assicuro che il deserto la notte si trasforma nel circolo polare artico. Portate dei calzini di ricambio perchè di notte la sabbia è molto fredda e non è piacevole addormentarsi con i calzini bagnati. I miei compagni di viaggio ne sanno qualcosa! Non comprate scarpe costosissime adatte per il deserto. La sabbia ve la porterete fino a casa comunque! Delle semplicissime scarpe da ginnastica andranno bene. Se temete il freddo, potete scegliere di affrontare il viaggio nel deserto in una stagione più clemente. Assicuratevi che i vostri telefoni/macchine fotografiche siano carichi prima della partenza perchè nel bivacco non troverete prese elettriche. Tutto il resto è superfluo. Se pensate di farvi una doccia al mattino allora cambiate destinazione o per lo meno scegliete un accampamento deluxe dove però difficilmente vivrete la vera atmosfera berbera.

Quanto costa dormire nel deserto in una tenda berbera?

Un’escursione nel deserto completa di pernottamento in tenda costa circa 30/35 euro a persona. Comprende il camel tour, una tenda  ad uso esclusivo con una brandina e delle coperte di lana, toilette in comune dove troverete soltando un wc e un lavandino, la cena. La mattina del giorno dopo potrete fare colazione e una doccia rigenerante direttamente presso l’hotel che ha organizzato l’escursione. Se non volete dormire nel deserto ma semplicemente fare una passeggiata tra le dune potrete dormire direttamente presso uno degli hotel di Merzouga al costo di 50 euro per camera doppia. Se fate un giro su booking ne troverete tantissimi.

Come raggiungere Merzouga?

Merzouga dista circa 550 km da Marrakech e la si raggiungere in auto in 9 ore. Le strade sono in perfette condizioni e ben segnalate per cui si può tranquillamente noleggiare un auto, non necessariamente una 4×4. Bisogna rispettare i limiti di velocità perchè è pieno di auto velox e guardie reali. Se non hai voglia di guidare puoi optare per un auto con autista, la spesa è veramente irrisoria e ti permetterà di godere a pieno del paesaggio. Generalmente è sempre meglio fare una sosta a metà strada o ad Ait Ben Haddou. Un piccolo gioiello architettonico fatto di semplice fango e terra, la kasbah più intatta e affascinante di tutto il Marocco. O ad Ouarzazate, la Hollywood del Marocco, dove padroneggiano gli studio cinematografici dell’Atlas Film Corporation.

Dal deserto è tutto! Inshallah tornerò in questa fantastica terra!

Scopri cosa vedere a Marrakech in 3 giorni!

dormire nel deserto

Written By
More from Francesca

PARGA, LA PERLA DELL’EPIRO

Il nostro viaggio #greciaontheroad comincia con un tuffo nelle acque color smeraldo di...
Read More

18 Comments

  • Leggendo questo articolo viene voglia di andare a morire di freddo nel deserto anche a me! Lo aggiungo alla mia lista dei desideri 🙂

  • che sogno!
    Per il freddo del deserto non dimentichiamo guanti, berretto di lana e un sacco a pelo adatto a temperature sotto lo zero!
    È proprio il caso di dire “desert rock” 🙂

  • Ciao Francesca per caso sei stata anche a Essaouira? sto pianificando la vacanza con alcuni amici e ho in programma una settimana in cui vorrei incastrare Marrakech, tour nel deserto ma anche un po’ di mare… e’ fattibile secondo te?

    consigli davvero preziosissimi!!!

    ciao!

    • Ciao Laura, Purtroppo no, ma è nella mia bucket list.Potresti fare 2 g a marrakech, 1 notte ad ait ben haddou, 1 notte nel deserto e le restanti notti ad Essaouira (dista circa 45 min da Marrakech). Ma ricorda che è un tour de force! Buon viaggio!

  • Ciao Francesca !
    Secondo te fare un tour marrachech-essaouira-notte del deserto è fattibile? Per la notte nel deserto ci conviene partire da zagorà o arrivare direttamente in auto a Merzouga?

    • Ciao Gianluca 🙂
      Scusa se rispondo solo adesso. In quanti giorni vorresti farlo? Per vivere una vera esperienza nel deserto ti consiglio assolutamente Merzouga

  • ciao Francesca. sto organizzando anche io una vacanza a marrakech e vorrei fare anche io un’escursione di una notte nel deserto. a chi devo rivolgermi?hai un sito? Vorrei soggiornare un 5 giorni a marrakech ma una notte la vorrei trascorrere nel deserto.
    grazie mille

  • Ciao Francesca sto organizzando il viaggio in Marocco e vorrei fare una notte nel deserto ma ho un dubbio…quando prenoto la notte nel campo tendato saranno loro a contattarmi per gli orari e il luogo d’incontro? Grazie hai delle foto bellissime di questa esperienza…

  • Il mio hotel a Marrakech mi ha suggerito un pacchetto con una notte nel deserto, ma troppo costoso. A chi posso rivolgermi per poter organizzare una notte nel deserto (non troppo distante da Marrakech) senza spendere un occhio ? Grazie

    • Ciao Graziana,
      Scusa se ti rispondo con tutto questo ritardo.
      Da Marrakech al deserto di Merzouga ci vogliono ben 10 ore di auto! Io ti consiglio di acquistare un pacchetto di 2 notti con Sahara exploring expedition. Il costo dovrebbe essere circa 150/170 persone (dipende da quanti siete) e comprende: noleggio auto con driver, notte vicino ad Ait Ben Haddou + cena, notte nel deserto + cena. Ecco il link: http://www.sahara-exploring-expedition.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.