COSA VEDERE IN MAROCCO IN 6 GIORNI

vedere in marocco

Per inaugurare al meglio il 2017 ci siamo regalati un bellissimo road trip in Marocco che inizia a Marrakech e arriva fino al deserto del Sahara, quasi al confine con l’Algeria. Un itinerario serrato di 5 notti e 6 giorni tra medine, oasi, kasbah, canyon, deserti e villaggi berberi. Più di 1200 km attraverso una moltitudine di paesaggi che si susseguono senza mai somigliarsi. Dalle montagne innevate dell’Atlante alle pianure desertiche fino alle rigogliose oasi che nascondono siti archeologici e architetture millenarie. Durante questo percorso abbiamo avuto modo di conoscere un melting pot di culture e tradizioni totalmente diverse tra di loro ma che convivono pacificamente. Qui le tribù berbere e subsahariane sono ancora profondamente legate al passato e vivono di superstizioni in villaggi silenziosi fatti di fango e sabbia. Se stai pianificando un road trip in Marocco e sei in cerca di informazioni per creare un itinerario che ti faccia scoprire le meraviglie del paese in pochi giorni, questo articolo pratico può esserti utile per capire cosa vedere in Marocco.

vedere in marocco

Cosa vedere in Marocco: itinerario in pillole

1° giorno: Marrakech
2° giorno: Marrakech
3° giorno: Ait Ben Haddou > Ouarzazate > Kasbah Taourirt > Valle del Dades (350 km)
4° giorno: Gole del Todha > Merzouga > Deserto di Erg Chebbi (280 km)
5° giorno: Rissani > Ksar Tamnougalt > Marrakech (630 km).
6° giorno: Marrakech

Cosa vedere in Marocco: Marrakech

vedere in marocco

Tra le città da vedere in Marocco non può mancare Marrakech.  Una città antichissima che ha saputo coniugare tradizione e modernità. Uno spettacolo concentrato di suoni, odori, musiche e sensazioni. Un ottimo punto di partenza se si vuole visitare il deserto. Non ci dilungheremo sulle bellezze e sui contrasti di Marrakech perchè ne abbiamo già abbondantemente parlato nel precedente articolo Cosa fare a Marrakech in tre giorni. Dai un occhio!

Cosa vedere in Marocco: Ait Ben Haddou

Per questo tour del Marocco on the road, considerati i tantissimi km in pochi giorni e la pochissima voglia di guidare, abbiamo noleggiato una 4×4 con autista. Ibrahim, un berbero di Merzouga che ci ha accompagnati in questa avventura facendoci vivere e comprendere il suo mondo. Sveglia all’alba e partenza da Marrakech con destinazione finale Valle del Dades, dove pernotteremo una notte in un bellissimo hotel affacciato su una vallata surreale. Per arrivare alla prima tappa, Ait Ben Haddou, attraversiamo la catena montuosa più grande del Nordafrica, l’Atlante. La strada è meravigliosa e il panorama cambia ad ogni chilometro. Dopo circa 2 ore di tornanti e cime innevate arriviamo lungo una strada polverosa che attraversa l’hammada, il deserto roccioso.

vedere in marocco

vedere in marocco

All’improvviso un’oasi verde, la grande palmerie che circonda Ait Ben haddou, una delle città fortirficate (Ksar) più suggestive e antiche del Nordafrica. Questo meraviglioso castello di sabbia, dichiarato Patrimonio dell’Unesco, è stato set di quasi tutti i film ambientati nel deserto tra cui Il Gladiatore, Il Tè nel Deserto, Prince of Persia e Laurence d’Arabia. A primo impatto non sembra per niente reale. Una passeggiata all’interno delle sue viuzze ti trasporta veramente nel passato. Lo Ksar oggi è quasi del tutto abbandonato. Solo quattro famiglie continuano a vivere al suo interno senza corrente elettrica e senza acqua.

vedere in marocco

vedere in marocco

vedere in marocco

vedere in marocco

vedere in marocco

vedere in marocco

Cosa vedere in Marocco: Ouarzazate

Dopo la sosta ad Ait Ben Haddou riprendiamo il viaggio verso Ouarzazate. Il paesaggio comincia a cambiare decisamente e le ultime tracce di vegetazione lasciano il posto ad un terreno brullo e semidesertico che di lì a pochi chilometri si trasformerà nell’affascinante deserto del Sahara. Ouarzazate è infatti considerata la porta d’accesso al deserto del Marocco ed è famosa per essere la Hollywood africana per i suoi Atlas Studio. Uno dei set cinematografici più grandi al mondo. In alcuni momenti della giornata, gli studios aprono le porte ai turisti per girare tra i set rimasti ancora allestiti, passando, così, dall’Egitto dei faraoni al tempio buddhista d’Oriente, dalle strade dell’antica Roma alle mura di Gerusalemme. Ad Ouarzazate si trova anche la straordinaria Kasbah Taourirt. L’antica residenza del Pascia di Marrakech il “Glaoui”. Anche questo sembra un castello di sabbia gigante e da la sensazione che si possa sgretolare da un momento all’altro. Eppure sopravvive dal 1754. Il sole sta quasi per tramontare e ci rimettiamo in cammino verso la Valle del Dades. Un paesaggio di rocce maestose, che cambiano conformazione e colore, chilometro dopo chilometro. Qua pernottiamo in un hotel molto carino con una vista incredibile sulla valle, Auberge Panorama.

vedere in marocco

vedere in marocco

vedere in marocco

vedere in marocco

vedere in marocco

Cosa vedere in Marocco: Gole del Todra

Prima di proseguire il nostro viaggio verso il deserto facciamo una piccola deviazione verso le gole del Todra. Le gole  si trovano a circa 15 chilometri da Tinerhir in una valle  scenografica ricca di palmeti e di villaggi berberi. Un canyon con pareti verticali rosso ocra spettacolari. In un punto il canyon si restringe e da vita ad un sentiero, percorribile ai piedi, dove potrete ammirare le pareti rocciose alte fino a 160 metri. Se vieni da queste parti in inverno copriti bene, il freddo è davvero pungente.

vedere in marocco

vedere in marocco

vedere in marocco

vedere in marocco

Cosa vedere in Marocco: Merzouga

Tre ore di auto ci separano dalle dune. La strada piano piano si mischia alla sabbia ed eccoci a Merzouga. Un piccolo villaggio berbero dove la strada finisce per fare spazio alle immense dune di sabbia. Qua abbiamo pernottato tra le dune di Ergh Chebby e abbiamo trascorso la nostra prima notte nel deserto. Ma anche di questo ne ho già parlato in Dormire nel deserto tra le dune di Merzouga.

vedere in marocco

vedere in marocco

Cosa vedere in Marocco: Rissani

Dopo una notte nel deserto è ora di rimettersi in auto (praticamente ci abbiamo vissuto in auto) e tornare a Marrakech dove trascorreremo l’ultima notte. Sulla strada di ritorno si incrocia Rissani. Una città dimenticata ai margini del deserto, a metà strada tra Ouarzazate e le dune dell’Erg Chebbi. Qui, tra le sue strade e i suoi mercati a cielo aperto si respira autenticità.

vedere in marocco

vedere in marocco

vedere in marocco

Cosa vedere in Marocco: Ksar Tamnougalt

Tamnougalt è uno dei più antichi ksar ancora in piedi nella valle del Draa. Costruito davanti ad un promontorio roccioso. Oggi è quasi del tutto abbandonata e utilizzata come “stalla” per far dormire gli animali degli abitanti del villaggio “moderno” poco più avanti. Vale una sosta, soprattutto perchè qui troverete Riad deliziosi dove poter pranzare. E adesso via di nuovo per i tornanti dell’atlante. Si torna a Marrakech!

Hai ancora qualche dubbio su Cosa Vedere in Marocco?

Tags from the story
, ,
Written By
More from Francesca

KABAK VALLEY E SHAMBALA: VACANZA ALTERNATIVA IN TURCHIA

Tra le penisole montuose della costa turchese si nascondono baie incontaminate, rovine...
Read More

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.